Portale    Forum    Chi siamo    Notizie ed articoli    Ricordi    Utilitá e svago    Iscrizione














Benvenuti nel Forum del Citroen-club.it


    Indice

     Login    

              

Oggi è 8 febbraio 2023, 8:30


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]





Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 30 gennaio 2022, 10:53 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


Apro questo topic nel corso del quale ripercorrero' la storia dei cruscotti della Citroen dagli inizi ai giorni nostri aggiungendone uno ogni giorno.

- Nota dello staff - Si precisa che tutte le foto sono tratte da internet considerandole di pubblico dominio, sono semplicemente linkate, ma restano di proprietà dei rispettivi autori. Eventuali foto coperte da licenza saranno rimosse immediatamente a semplice richiesta da parte di chiunque ne detenga i diritti

1919

Inizio con quello che dovrebbe essere uno dei primissimi, quello montato sulla 10HP Type A del 1919, costituito in pratica dal solo amperometro.

Immagine

L'immagine è tratta da https://www.citroenorigins.it/it/veicoli/10-hp-type" dove potrete sentire anche la splendida voce del motore di questa bella "nonnina".

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti della Citroën
MessaggioInviato: 31 gennaio 2022, 8:00 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1925

Plancia della C3 Trefle del 1925.
Notare la finitura in metallo spazzolato a mano con tecnica guilloché.
Anche in questa versione è presente il contachilometri parziale. Si vede la rotellina per azzerare.

Immagine
fonte http://classicpark.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 1 febbraio 2022, 8:29 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1928

Cruscotto della Citroen B2 del 1928

Immagine
fonte https://www.theclassicgarage.it/

L'indicatore centrale mostra la regolare circolazione dell'olio, quello di destra è l'amperometro e quello di sinistra con la rotella girevole ditemelo voi se lo sapete perché io non ho idea.
Quello che posso dirvi è che il pomello nero più a destra nella foto, è quello per l'avviamento, vicino al quale c'è un altro pomello nero del rubinetto del carburante.
Per motivi meccanici, all'estrema sinistra della plancia trovava posto il tachimetro con contachilometri totale e addirittura parziale.

Immagine
fonte https://www.theclassicgarage.it

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 2 febbraio 2022, 7:01 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1929

Con la Type C6 del 1929, il cruscotto assume una conformazione quasi attuale ospitando cinque strumenti circolari uno dei quali è l'orologio.
Lo strumento centrale ci ricorda che siamo a bordo di una Citroen.

Immagine
fonte https://i.pinimg.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 3 febbraio 2022, 8:03 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1933

Plancia con 5 strumenti uno dei quali è l'orologio, della 10CV Rosalie, un auto di fascia medio alta.

Immagine
fonte https://www.gieldaklasykow.pl

Ed ecco l'auto

Immagine
fonte https://p8.storage.canalblog.com/

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 4 febbraio 2022, 11:30 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1934

Nel 1934 nasce il progetto Traction Avant che si caratterizzerà per una serie di vetture dalle soluzioni inedite ed avanzatissime.
Sulle prime versioni la plancia prevedeva uno cruscotto centrale.

Immagine
fonte https://www.carbodydesign.com

La Traction Avant rimarrà sulla breccia per una ventina d'anni e le più recenti saranno dotate di questo cruscotto.

Immagine
fonte https://www.classicargarage.nl

Un primo piano del cruscotto nel quale trovano posto il livello carburante, l'indicatore di carica batteria, l'orologio, il tachimetro e i contakm parziale e totale. Questo quadro venne brevettato, si legge al centro in alto la scritta "modèle déposé".

Immagine
fonte https://www.classicargarage.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 4 febbraio 2022, 18:23 
Average Member
Average Member
  

Iscritto il: 17 novembre 2020, 17:18
Messaggi: 303
Provincia: PC - Piacenza
La mia auto: Xsara Picasso 1.6 Chrono Benzina del 2004 con 178.000 Km circa
 
           Non connesso


bidddo ha scritto:
1934

Un primo piano del cruscotto nel quale trovano posto il livello carburante, l'indicatore di carica batteria, l'orologio, il tachimetro e i contakm parziale e totale. Questo quadro venne brevettato, si legge al centro in alto la scritta "modèle déposé".

Immagine


Alcuni layout dei moderni cruscotti a display, offrono meno informazioni!!! :clap: :coolcitr:

_________________
Ciao!
Stefano


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 5 febbraio 2022, 9:30 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1948

La mitica 2CV, prodotta per circa quarant'anni.

In queste foto: una delle prime versioni della plancia con lo schema delle marce sul cruscotto, e alcune versioni successive.

Immagine
fonte https://i.pinimg.com/

Immagine
fonte https://preview.netcarshow.com

Immagine
fonte https://imgr1.auto-motor-und-sport.de

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 6 febbraio 2022, 8:46 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1955

Alcuni dei cruscotti scelti tra quelli montati nelle varie versioni delle mitiche DS.

DS 19 1961
Immagine
fonte http://www.swadeology.com

DS 21 1965
Immagine
fonte https://s1.cdn.autoevolution.com

DS 21 pallas 1969
Immagine
fonte https://i.pinimg.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti della Citroën
MessaggioInviato: 6 febbraio 2022, 17:38 
Amministratore
Amministratore
Avatar utente
  

Iscritto il: 27 gennaio 2011, 9:35
Messaggi: 16579
Provincia: PN - Pordenone
La mia auto: 2018: DS5 1.6 BlueHDI EAT6 Business
Altre: 2014: C4 II 1.6HDi 92cv Seduction Pack
----------------------------------
2009-2018 C4 I 1.4 VTR restyling
1999-2009:Xsara 1.6 coupé
----------------------------------
1982-2000:Visa II 650
1975-1982:Dyane 6
 
           Non connesso


bidddo ha scritto:
1925

Plancia della C3 Trefle del 1925.
Notare la finitura in metallo spazzolato a mano con tecnica guilloché.
Anche in questa versione è presente il contachilometri parziale. Si vede la rotellina per azzerare.

Immagine


ricorda la finitura presente sulle DS :differentspirit:

_________________

Davide - DS5 1.6 BlueHDI EAT6 Business  -  C4 II 1.6 HDi 92cv Seduction Pack


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 7 febbraio 2022, 8:47 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1961

AMI 6

Immagine
fonte https://www.larevueautomobile.com

AMI 6 Break versione 1967

Immagine
fonte http://momentcar.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 7 febbraio 2022, 11:51 
Average Member
Average Member
  

Iscritto il: 17 novembre 2020, 17:18
Messaggi: 303
Provincia: PC - Piacenza
La mia auto: Xsara Picasso 1.6 Chrono Benzina del 2004 con 178.000 Km circa
 
           Non connesso


bidddo ha scritto:
1955

Alcuni dei cruscotti scelti tra quelli montati nelle varie versioni delle mitiche DS.

DS 19 1961
Immagine


Forse non vi interessa, ma ve lo racconto lo stesso... :bh: alla peggio, passate oltre.

Questo (credo... sono passati "un po'" di anni...) è più o meno il cruscotto della :idro: DS che aveva mio nonno. Mancato (il nonno) nel '66, fatevi due conti. Io ero bambino ed osservavo affascinato il tamburo del cruscotto, che girando su sé stesso, indicava la velocità. Me lo ricordo ancora e sono passati più di 50 anni: potenza del design.

Mio nonno era un "ragazzo del '99", cioè uno che a 17 anni, nel 1916, andò volontario a combattere nella gran carneficina che fu la prima guerra mondiale. Pur essendo un "figlio del popolo", quindi senza aver potuto andare oltre la seconda elementare, aveva un bel cervello: finì meccanico motorista-collaudatore in aeronautica.
Inventore, portò in volo anche il Re sopra Piacenza, fece un record in volo rovesciato... insomma: uno di quei personaggi da film. :cool: Ho ancora i documenti di un suo brevetto. Potrei scrivere un libro, raccontando le storie che lo hanno visto protagonista.

E quando, nel 1966, morì, stava lavorando ad uno dei suoi tanti "colpi di genio": se fate caso, ai tempi, lo specchietto retrovisore era installato sul cruscotto e non sul vetro (non esisteva la tecnologia, non c'era ancora il super-collante a base cianoacrilica). Arrivando dal basso e non dall'alto, il riflesso dei fari dei veicoli che seguono era ancor più fastidioso. Ma non per mio nonno! Perché lui stava mettendo a punto un sistema "antiriflesso". Avete presente quella levettina presente su tutti i moderni specchietti retrovisori? Lui si era fatto realizzare da un amico vetraio un particolare cristallo, con una serie di incisioni fittissima, riempite di inchiostro rosso, montato su una intelaiatura (un capolavoro! tutta in pezzi fusi e cromati!!! oggi solo quella, in pezzo unico, costerebbe un capitale di realizzazione, mica c'erano le stampanti 3D!) che consentiva di posizionare il cristallo davanti allo specchio e poi di orientarlo opportunamente.

Storie di un tempo che fu. Perdonate un vecchiaccio. ;)

_________________
Ciao!
Stefano


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 7 febbraio 2022, 12:08 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


Cordy grazie per il bellissimo racconto e grande ammirazione per il Nonno! :clap2:
Relativamente lo specchietto retrovisore, probabilmente tuo nonno voleva sfruttare le possibilità offerte dalla lente di Fresnel, un particolare tipo di vetro intagliato che si usava nelle macchine fotografiche dell'epoca.
Se ti va, raccontacene altre perché sono storie affascinanti di un uomo con la U maiuscola :re:

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 8 febbraio 2022, 6:49 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1968

Nel 1968 si concretizzava la collaborazione tra Citroen e Maserati con la presentazione del modello SM.

Immagine
fonte https://41cef548pyo610dh50468nkk-wpengine.netdna-ssl.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 9 febbraio 2022, 6:54 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1968

La Dyane nacque come restyling della 2CV che faticava nel tenere il passo della concorrente Renault 4.
Da un restyling però nacque un auto che fece epoca e venne prodotta in quasi 1.450.000 esemplari.
Eccone la plancia:

Immagine
fonte https://cdn.motor1.com

Chi volesse riascoltare la voce inconfondibile del suo motore la può metterla in moto al seguente link:

https://www.citroenorigins.it/it/veicoli/dyane

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 9 febbraio 2022, 10:21 
Amministratore
Amministratore
Avatar utente
  

Iscritto il: 27 gennaio 2011, 9:35
Messaggi: 16579
Provincia: PN - Pordenone
La mia auto: 2018: DS5 1.6 BlueHDI EAT6 Business
Altre: 2014: C4 II 1.6HDi 92cv Seduction Pack
----------------------------------
2009-2018 C4 I 1.4 VTR restyling
1999-2009:Xsara 1.6 coupé
----------------------------------
1982-2000:Visa II 650
1975-1982:Dyane 6
 
           Non connesso


Ci ho viaggiato dall'età di 1 anno fkno agli 8 anni :love:

_________________

Davide - DS5 1.6 BlueHDI EAT6 Business  -  C4 II 1.6 HDi 92cv Seduction Pack


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 10 febbraio 2022, 7:14 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1969

Con la presentazione della Ami 8, Citroen produce la sua prima auto a due volumi con l'intento di entrare in concorrenza con la Simca 1100 e la Renault 16, ma la ritrosia verso questa forma di carrozzeria, che secondo Citroen ricorda un mezzo da lavoro, farà si che inizialmente la Ami 8 non avrà il portellone.
Ecco la plancia:

Immagine
fonte http://s3.amazonaws.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 10 febbraio 2022, 10:45 
Amministratore
Amministratore
Avatar utente
  

Iscritto il: 27 gennaio 2011, 9:35
Messaggi: 16579
Provincia: PN - Pordenone
La mia auto: 2018: DS5 1.6 BlueHDI EAT6 Business
Altre: 2014: C4 II 1.6HDi 92cv Seduction Pack
----------------------------------
2009-2018 C4 I 1.4 VTR restyling
1999-2009:Xsara 1.6 coupé
----------------------------------
1982-2000:Visa II 650
1975-1982:Dyane 6
 
           Non connesso


Che bella che era la leva del cambio di queste Citroen :)

_________________

Davide - DS5 1.6 BlueHDI EAT6 Business  -  C4 II 1.6 HDi 92cv Seduction Pack


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 11 febbraio 2022, 8:00 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1970

Negli anni '70 arriva la Mehari, una vetturetta in ABS quindi leggerissima (pesava 480kg) e di conseguenza inarrestabile su terreni difficili.
Ecco la plancia della seconda versione dotata di voltmetro. La leva del cambio è sempre a fianco al volante. Questo sistema erail preferito da Citroen perché non necessitava di tiranteria.

Immagine
fonte https://auta5p.eu

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Storia dei cruscotti e delle plance Citroën
MessaggioInviato: 12 febbraio 2022, 8:17 
Staff
Staff
Avatar utente
  

Iscritto il: 23 febbraio 2014, 22:02
Messaggi: 25870
Località: Roma Centro
Provincia: RM - Roma
La mia auto: C3 Picasso 1.6HDi 68KW Exclusive 2014 interni chiari tetto trasparente 92.000 Km
 
           Non connesso


1971

Il cruscotto della GS, altra auto che ha scritto una pagina di storia.

Immagine
fonte https://i2.wp.com

_________________
Un Forum vive se chi si iscrive non viene qui solo per chiedere, ma aiuta gli altri con quello che sa


Top
Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Moderatori: ax, gssergio Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBB.it


LEGAMI


GEMELLAGGI




UTILITA'




CONTATTI


E-Mail Staff Facebook Club Twitter Club
          
              Associazione di appassionati AUTONOMA ed INDIPENDENTE da "Citroën Italia S.p.A." e dalle societá del gruppo Citroën.
              Il marchio "Citroën" costituisce oggetto di diritti esclusivi di "Citroën Italia S.p.A." e/o dei suoi danti causa. Webmaster: F.Bastiani